Cannabis a domicilio a Milano Monza e province.

Benefici cannabis sativa, canapa sativa proprietà e benefici.

Benefici cannabis o meglio cannabis sativa benefici, grazie alla canapa sativa proprietà ed al cbd in essa presente e differenze tra sativa e canapa indiana. Prima ancora di parlare dei benefici della cannabis sativa ricordiamo che i fiori di cannabis, canapa indiana, sono considerati una componente di scarto della pianta dall’industria delle fibre e che per questo sono state selezionare nuove varietà dal fusto alto. Queste varietà sono diventata nella comune accezione piante di canapa sativa e sono diverse dalla canapa indiana o marijuana, più adatte all’utilizzo industriale con un fiore meno denso e meno ricco di THC.

Una pianta con foglie strette. Colpisce il pensiero e la percezione, stimola l’attività fisica. Buono da mangiare durante il giorno.

Benefici cannabis storia

La medicina cinese considera da migliaia di anni la cannabis, anche la canapa indiana, come un’erba rilassante. Uno tra i sonniferi potenti in natura, efficace contro l’insonnia e l’ansia ed ascrivibile anche tra le erbe antinfiammatorie, grazie alle proprietà della canapa. La canapa in genere è un antinfiammatorio naturale, antidolorifico naturale che agisce anche livello muscolare. L’OMS recentemente ha sottolineato che i benefici cannabis sono da attribuire prevalentemente al CBD, il cannabinoide che assicura l’efficacia sui disturbi appena citati, presente anche nella canapa sativa.

Cenni sulla cannabis e differenze con la canapa indiana.

Per comprendere meglio i benefici cannabis, i così detti cannabis effetti positivi, e perché ci concentriamo principalmente su quelli della canapa sativa (legale cioè a basso contenuto di THC) è bene fare dei distinguo.

La cannabis si divide comunemente in 3 tipologie, ciascuna con caratteristiche morfologiche e destinazioni d’uso diverse. Canapa Indiana o marijuana, Cannabis Ruderalis e Cannabis Sativa, detta anche semplicemente Sativa.

Nel seguito non parleremo di cannabis effetti positivi in generale, ma ci concerteremo sui canapa sativa benefici, e non su quelli della cannabina indiana, quindi esclusivamente su quelli della canapa sativa legale. Ricordiamo che la canapa sativa è considerata uno dei sonniferi naturali più efficaci.

Canapa indiana (indica = indiana; volg. canapa indiana o marijuana)
La canapa indiana è uno dei più potenti ceppi di Cannabis presenti al mondo. A seconda del metodo di coltivazione, i livelli di THC possono superare il 25%.

Non è molto alta (circa 1.5 mt max.) ed ha la tipica forma ad albero di Natale. La canapa indiana si è sviluppate in località montuose o di alta collina (es: Nepal, nord dell’India). E’ robusta e facile da coltivare. La canapa indiana sviluppa grossi fiori, detti “cime”, molto densi e con i calici ammassati l’uno sull’altro.

Tutte le varietà di canapa indiana tollerano i piccoli stress climatici senza problemi. Al contrario della Cannabis Sativa, la canapa indiana ha un tronco legnoso e dunque non e’ adatta per l’industria tessile. Per queste applicazioni lìumo ha selezionato varietà di canapa che rientrano nella famiglia “sativa”.

Cannabis ruderalis (ruderalis = ruderale; volg. canapa russa o ruderale o americana).
La ruderalis è una specie di cannabis originatasi in Russia, nelle zone impervie della Siberia.

Come la canapa indiana è una pianta piccola alta circa mezzo metro, ma legnosa, molto robusta, senza rami laterali e con piccole cime o addirittura senza fiori.

La ruderalis è usata negli incroci per aumentare la robustezza della pianta madre, quasi sempre appartenente alla famiglia della canapa indiana, che in questo modo viene ibridata. L’incrocio consente anche la fioritura in relazione all’età piuttosto che alle ore di luce che riceve, come invece non accade per ogni altra specie di cannabis.

canapa proprietà benefici marijuana

Cannabis sativa o Canapa sativa

La Canapa Sativa o cannabis sativa è una pianta molto alta (oltre 1,5 mt) con rami più corti della canapa indiana.

La cannabis sativa si è sviluppata in aree tropicali (Caraibi, isole della Thailandia), e con sativa si indicano in particolare tutte le varietà di cannabis ibridate e stabilizzate dall’uomo per scopi industriali. Ci sono molte più infiorescenze nella canapa sativa, o cannabis sativa industriale, che nella cannabis indica ma hanno caratteristiche diverse, cioè sono meno compatte e meno resinose.

La canapa Sativa è anche conosciuta per le sue fibre, che sono usate per produrre indumenti e molti altri prodotti dell’industria tessile. E’ stato recentemente ripreso l’utilizzo delle fibre della canapa sativa (derivate dal fusto della pianta) per la produzione della carta.

I fiori di Cannabis Sativa presentano una bassa concentrazione di THC, al contrario della canapa indiana. I fiori di sativa presentano invece, come nella canapa indiana, buone concentrazioni di CBD, principio attivo benefico a cui si devono alcune le proprietà della canapa. Una singola pianta di Canapa Sativa può produrre 1,5 Kg o più di fiori secchi.

CBD effetti: benefici cannabis sativa legale – Canapa sativa proprietà sono dovute all’effetto benefico del CBD (cannabidiolo). Canapa sativa benefici.

I benefici cannabis sativa a basso contenuto di THC, detta cannabis legale quando le concentrazioni di THC sono inferiori allo 0,5 %, ne fanno un antinfiammatorio e antidolorifico naturale, ottimo come rimedio naturale contro l’insonnia. Combatte anche il mal di testa e lo stress.

Ricordiamo che quando le concentrazioni di THC nei fiori di canapa superano la soglia legale consentita, generalmente si parla di canapa indiana (marijuana) in cui i tenori di THC sono molto alti e possono portare a controindicazioni importanti. Capita a volte anche con la Sativa (ed in questo caso non è considerata legale), mentre è praticamente certo con la canapa indiana. Per questo la canapa indiana è prescrivibili come cannabis terapeutica solo in Farmacia, mentre sulla cannabis sativa sono state definite delle soglie masse consentite per legge.

Quando i fiori di canapa presentano THC al di sotto della soglia drogante ma alte concentrazioni di CBD posiamo concentrarci sulle proprietà della canapa benefiche, cioè quelle esclusivamente dovute al cannabidiolo (effetti del CBD), una tra le più di 80 molecole presenti nel fiore di Canapa Sativa, senza tema di controindicazioni fastidiose. I prodotti di Inflorescenze sono selezionati con questa caratteristiche.

Tra i benefici cannabis sativa ricordiamo che è considerata tra le più efficaci erbe antinfiammatorie e, grazie all’effetto rilassante del cbd, uno dei sonniferi naturali senza controindicazioni.

Inoltre è un antiossidante utilizzato in creme curative. Assunto per via orale produce anche un effetto antidepressivo.

Gli studi sul CBD (cannabidiolo)
La maggior parte delle pubblicazioni scientifiche sugli effetti del CBD, fin dalla sua scoperta da parte del Professor Mechoulam nel 1964, sono state condotte quasi esclusivamente nel corso degli ultimi 5 anni.

L’aumentato interesse della ricerca medica e farmacologica, sulle proprietà terapeutiche di questa molecola, è giustificato dagli effetti davvero eccezionali che il CBD ha sui disturbi neurologici e fisiologici, compresi i dolori muscolari.

E’ i importante segnalare che, fino ad ora, non sono stati osservati effetti collaterali rilevanti per la nostra salute derivanti dall’uso del cbd, come lo stesso OMS segnala nel suo report annuale di fine gennaio 2019.

Un articolo del 2013, pubblicato sul British Journal of Clinical Pharmacology, riporta, inoltre, tra gli effetti del CBD quello di inibire la crescita dei batteri Gram-positivi, come lo Streptomyces griseus e lo Staphylococcus aureus, particolarmente sensibili agli estratti di Canapa.

Le proprietà del CBD Acido – CBDA

Oltre al CBD, al quale come detto sono attribuite le proprietà della canapa sativa benefiche, esiste un altro composto che esercita importanti effetti terapeutici nel fiore di cannabis sativa: il CBD-A o Cannabidiolo Acido.

E’ la principale forma in cui il CBD esiste nella pianta di cannabis sativa. Il CBD, infatti, è ottenuto attraverso la decarbossilazione non enzimatica del CBD-A.

Gli studi in corso sulla forma acida del CBD non decarbossilizzato sono promettenti, poiché sono state riscontrate proprietà sinergiche con quelle del cbd.

In CBD in forma acida è infatti anch’esso un antinfiammatorio ed in più un anti-proliferativo. Aiuta nella prevenzione delle infiammazioni batteriche e nelle infezioni in generale, oltre ad essere considerato uno tra i sonniferi naturali potenti disponibili.

Rimedi naturali per dormire, come combattere l’insonnia sfruttando i benefici cannabis sativa: uno tra i sonniferi potenti, rimedi naturali efficaci, grazie a CBD effetti.

I sonniferi potenti naturali aiutano a combattere l’insonnia, disturbo che porta all’incapacità di dormire nonostante l’organismo ne abbia il reale bisogno fisiologico.

L’insonnia genera un cattivo funzionamento diurno: stanchezza, irritabilità, difficoltà di apprendimento, mancato consolidamento della memoria e disinteresse per lo svolgimento delle attività quotidiane. Tutto questo ha un impatto psicologico non indifferente sulla persona.

Chi soffre di insonnia lamenta di non essere in grado di prendere sonno o di dormire solo per pochi minuti, agitandosi nel letto durante la notte.

L’insonnia altera il naturale ciclo sonno-veglia, che può risultare difficile da restaurare. Alcuni insonni cercano di dormire nel pomeriggio o durante la sera, con il risultato di ritrovarsi molto vigili all’ora di dormire, aggravando il problema.

Come ripristinare il ciclo sonno-veglia (insonnia).

Per ritrovare il sonno, e combattere l’insonnia utilizzando sonniferi naturali potenti, si può ricorrere al CBD. Evitare la canapa indica in questi casi, in quanto il THC presente nella marijuana in quantità significative è psicoattivo e produce l’effetto contrario al rilassamento azzerando l’effetto del CBD, invece assicurato dalla cannabis sativa grazie al CBD ed alle trascurabili concentrazioni di THC.

Bisogna quindi sfruttare le proprietà del CBD, presente nella canapa sativa a basso / trascurabile contenuto di THC.

Le concentrazioni e le modalità (Olio di CBD, decotto di Fiori di Canapa Sativa ottenuto da tisana alla canapa) con cui assumere il CBD dipendono molto dalla risposta soggettiva di ciascun individuo e dalla serietà del problema.

In ogni caso, la naturale azione ansiolitica del CBD assicura un senso diffuso di benessere e rappresenta uno tra i rimedi per dormire più efficaci e naturali oggi disponibili. Una buona tisana alla canapa può aiutare a recuperare il sonno soprattutto nei casi in cui l’insonnia è legata a stati di leggera ansia o di stress.

Canapa sativa proprietà grazie a CBD effetti diventa un dei sonniferi naturali più efficaci.

Il CBD, molto più efficace della semplice camomilla o della melissa, sostituisce in modo naturale le più diffuse terapie farmacologiche.

E’ una buona alternativa alla melatonina, ormone che presiede alla regolazione del ciclo sonno veglia, in quanto agisce non sul sintomo ma sulle cause dell’insonnia.

Se cerchi sonniferi naturali, la canapa sativa legale con alte concentrazioni di Cbd è la soluzione che fa al caso tuo. Sfrutta a tuo vantaggio i benefici cannabis sativa.

Per approfondire come combattere l’insonnia, puoi leggere 5 semplici regole da utilizzare durante la tua giornata e non dimenticare il sonnifero naturale olio di canapa sativa con CBD al 4%.